Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione Venezia
La Sezione Storica di Venezia La   Sezione   Storica   di   venezia,   intitolata   alla   M.O.V.M.   MAggiore   CC.   Reali   Livio   DUCE,   è   ospitata   all’interno   del   Comando Provinciale dei Carabinieri di Venezia, nella suggestiva ambientazione del convento di San Zaccaria. La   sezione   Storica   di   Venezia   è   la   terza   più   antica   esistente   in   Italia, essendosi    costituita    nel    1892,    con    la    denominazione    «    Società    di Previdenza      dei      Carabinieri      reali      in      Congedo»,      come      viene documentato   da   una   cartolina   commemorativa   del   40°   anniversario dalla fondazione, edita appunto nel 1932. La    locale    Associazione    patrocina    iniziative    qualificanti    dirette    a mantenere    vivo    tra    i    soci    il    senso    di    appartenenza    all’Arma    dei Carabinieri   e   ad   incrementare   le   ottime   relazioni   con   la   Istituzioni     della città di Venezia . L'Associazione, che è apolitica e non persegue fini di lucro, si propone i seguenti scopi: promuovere   e   cementare   i   vincoli   di   cameratismo   e   di   solidarietà   fra   i   militari   in   congedo   e   quelli   in   servizio dell'Arma, e fra essi e gli appartenenti alle Forze Armate ed alle rispettive associazioni; tenere   vivo   fra   i   soci   il   sentimento   di   devozione   alla   Patria,   lo   spirito   di   corpo,   il   culto   delle   gloriose   tradizioni dell'Arma e la memoria dei suoi eroici caduti; realizzare,   nei   limiti   delle   possibilità,   l'assistenza   morale,   culturale,   ricreativa   ed   economica   a   favore   degli   iscritti   e delle loro famiglie; promuovere   e   partecipare   –   anche   costituendo   appositi   nuclei   –   ad   attività   di   Volontariato   per   il   conseguimento di finalità assistenziali, sociali e culturali.   Nella sua formulazione originaria lo statuto prevedeva, tra l'altro, di: erogare sussidi ai soci ammalati; interessarsi al fine di procurare lavoro o impiego ai soci disoccupati; onorare i soci deceduti; prendere parte a tutte le cerimonie o feste che esaltano la Fede e la grandezza della Patria e delle Istituzioni; tenere il massimo contatto e la massima cordialità con le altre  Associazioni; mantenersi estranei da attività politiche.. Storiografia della Sezione ANC di Venezia Alla   fine   del   secolo   XIX,   con   l’unità   di   Italia,   i   carabinieri   in   congedo,   come   militari   di   altre   Armi,   scoprivano l’importanza della solidarietà di Corpo, dando impulso ad un’attività di reciproca assistenza fra i propri consociati. Tutte   le   associazioni   sorte   in   territorio   nazionale,   che   iniziarono   a denominarsi     “Società     di     Mutuo     Soccorso     tra     i     congedati     e pensionati   dei   Carabinieri   Reali”,   avvertirono   l’esigenza   crescente   di un’unica   guida   ai   fini   organizzativi,   decidendo   in   data   20   gigno   1926 di    raggrupparsi    alle    dipendenze    di    un’Associazione    a    carattere nazionale,   sotto   il   nome   di   “Federazione   Nazionale   del   Carabinieri reale”   con   sede   a   Roma,   elaborando   un   proprio   “Statuto”   organico (R.D. 16-2-1928 n.461). La   Sezione   A.N.C.   di   Venezia,   che   riuniva   i   soci   della   città   lagunare, venne   costituita   nell’anno   1892   con   la   denominazione   “Società   di Previdenza fra Carabinieri Reali in Congedo”. Le    prime    notizie    documentali        ci    permettono    di    ricostruire    con certezza   la   situazione   storica   della   Sezione   dal   1929,   la   quale   fino   al 1943   era   ubicata   in   Venezia/Campo   Santo   STEFANO,   presso   il   palazzo      “MOROSINI”   in   due   locali   posti   al   piano   terreno, ricevuti in comodato dalla proprietà. Dal   1946   essa   venne   trasferita   in   Campo   San   Zaccaria,   in   un   locale   sito   al   piano   terreno   a   fianco   dell’omonima   chiesa. La   sezione   dall’anno   1950   è   ospitata   presso   il   Comando   Provinciale   Carabinieri   in   un’apposito   locale   posto   all’interno del suggestiv complesso monumentale del Monastero di San Zaccaria. Le   scarse   notizie   sui   loro   soci   e   direttivi   ci   consentono   una   documentata   cronologia   del   direttivo   a   a   partire   dal 1929,   anno   in   cui   vi   era   un   presidente   (Ten.   CANNEVALI   Cav.   Giuseppe),   due   vice-presidenti   (Mar.llo   SCOZZI   Giuseppe   e Mar.llo   PACE   Amerigo),   ed   un   segretario   (Brig.   GIANCANE   Raffaele).   A   quel   tempo   la   Sezione   annoverava   ben   116   soci iscritti. Nel periodo 1946/1953 la sezione ANC di Venezia fu retta dal Ten. Domenico PATASSINI cui seguirono, nel tempo: dal 1953 al 1963, magg. Alfonso MASI; dal 1963 al 1973, S.Ten. Samuele GAZERRO; dal 1973 al 1982, S.Ten. Giuseppe ITALIA; dal 1982 al 24.05.2003, Big. Agenore CASTELLANI; dal 25  maggio 2003 a tutt’oggi la presidenza è retta dal Lgt. COFANELLI CaV. Uff. Ilio. Dalla    fondazione    molte    cose    sono    cambiate;    un    cammino lungo   oltre   125   anni   attraverso      le      molteplici   vicissitudini storiche     fatte     di     radicali     mutamenti     politici     che     hanno accompagnato anche la storia della città di Venezia. La   Sezione,   come   le   altre,   ha   avuto   costantemente   uno   scopo preciso:    il    bisogno    dei    soci    di    ritrovarsi,    di    incontrarsi    ed aiutarsi   reciprocamente.   La   devozione   alla   Patria,   lo   spirito   di Corpo,   il   culto   delle   gloriose   tradizioni   dell’Arma   e   la   memoria dei   suoi   eroi   caduti,   sono   quei   valori   che   i   primi   fondatori   ci hanno   trasmesso   e   che   ci   raccomandano   di   tener   desti   e   vigili per tramandarli alle generazioni future. Ed è per questo che li ricorderemo e sempre li onoreremo.
Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione di Venezia c/o Comando Provinciale Carabinieri San Zaccaria, Castello 4693/A , 30122 VENEZIA  - Email  venezia@sezioni-anc.it  
© 2018
L’Associazione Nazionale Carabinieri L'Associazione    Nazionale    Carabinieri,    che    oggi    aggrega    carabinieri    in servizio,   in   congedo,   i   loro   familiari   e   tutti   i   simpatizzanti   in   quella   che   è sentita   la   grande   famiglia   dell'Arma,   venne   costituita   a   Milano   il   1°   marzo 1886    con    la    denominazione    di    "Associazione    di    Mutuo    Soccorso    tra congedati e pensionati dei Carabinieri Reali". L'Associazione,   che   è   apolitica   e   non   persegue   fini   di   lucro,   si   propone   i seguenti scopi: -   promuovere   e   cementare   i   vincoli   di   cameratismo   e   di   solidarietà   fra   i militari    in    congedo    e    quelli    in    servizio    dell'Arma,    e        fra    essi    e    gli appartenenti alle Forze Armate ed alle rispettive associazioni; -   tenere   vivo   fra   i   soci   il   sentimento   di   devozione   alla   Patria,   lo   spirito   di corpo,   il   culto   delle   gloriose   tradizioni   dell'Arma   e   la   memoria   dei   suoi eroici caduti; -    realizzare,    nei    limiti    delle    possibilità,    l'assistenza    morale,    culturale, ricreativa ed economica a favore degli iscritti e delle loro famiglie; -   promuovere   e   partecipare   –   anche   costituendo   appositi   nuclei   –   ad   attività di   Volontariato   per   il   conseguimento   di   finalità   assistenziali,   sociali   e culturali. Maggiori     informazioni     potranno     essere     trovate     sul     sito     ufficilale       dell' Associazione Nazionale Carabinieri.
Foto ricordo degli iscritti alla Societa di Previdenza dei Carabinieri reali in Congedo nel 1929 Cartolina Storica 40° Anniversario costituzione dal 1892
Intitolazione della Sezione alla M.O.V.M. Magg. CC. Reali Livio Duce La   Sezione   Storica   di   venezia,   è   intitolata   alla   M.O.V.M.   MAggiore   CC.   Reali   Livio DUCE,,    deceduto    nella    Campagna    di    Grecia    il    23    Settembre    1943.    Caduto    in un’imboscata   dei   partigiani   greci   che   non   riconoscevano   l’armistizio   dell’Italia con     le     forze     alleate,     veniva     torturato     e     fucilato     per     il     suo     eroico comportamento e rifiuto al radimento della Patria. Dedichiamo   una   pagina   alla   figura   di   questo   nostro   eroe,   testimone   e   allo stesso tempo vittima di eventi tragici della nostra storia d’Italia.
Pagina dedicata al MOVM Magg. CC. Livio Duce Pagina dedicata al MOVM Magg. CC. Livio Duce
Cenni Storici sul Convento di San Zaccaria Il    complesso    monumentale    di    San    Zaccaria    è    una    delle    prime    costruzioni    edificate    in    Venezia    dall’827, contemporaneamente   al   monastero   di   Sant’Ilario   e   alla   Chiesa   di   San   Marco   (828)   voluta   per   custodire   le   spoglie dell’Evangelista, trafugate, all’epoca, in Alessandria d’Egitto. Nel   1106   il   convento   subì   gravi   danni   a   causa   di   un   incendio,   che provocò anche la distruzione di una parte dell’attigua Chiesa. Nel    1460    circa    fu    rifabbricato    e    ampliato,    creando    l’impianto attuale   dall’architetto   Antonio   GAMBELLO,   con   l’aggiunta   di   un chiostro   a   ridosso   dell’abside   gotica   della   chiesa.   Il   chiostro, con   logge   e   portici   a   pavimentazione   a   spina   di   pesce   e   in   argilla cotta,   era   fornito   di   una   pregiata   vera   da   pozzo,   in   marmo   rosso di   Verona,   asportata   e   sistemata   in   un   palazzo   viennese   durante   il governo Asburgico. Nel   1483,   alla   morte   dell’arch.   GAMBELLO,   il   completamento   del complesso   fu   affidato   all’arch.   Mauro   CODUSSI,   il   quale   progettò un    secondo    chiostro    a    logge    e    portici    con    vera    da    pozzo centrale   e   serbatoio   per   l’acqua   potabile   interrato   e   in   seguito costruito in pietra d’Istria e trachite euganea. Vi   invitiamo   a   leggere      altre   notizie   e   curiosità   sul   Convento   di   San   Zaccaria,   aprendo   la   pagina   dedicata   tramite   il seguente pulsante.
Pagina dedicata al Convento di San Zaccaria Pagina dedicata al Convento di San Zaccaria Interno del chiostro del Convento di San Zaccaria Presidente Sezione Storica ANC di Venezia Lgt G.U. Ilio Cofanelli Interno del chiostro del Convento di San Zaccaria Ingresso della Badessa venier datato 1495 Ingresso del parlatoio del Convento di San Zaccaria Interno della Sezione ANC di Venezia Interno del parlatoio del convento di San Zaccaria Interno del parlatoio del convento di San Zaccaria 2 M.A.V.M. e 2 M.B.V.M. donate da soci della Sezione Storica ANC di Venezia M.O.V.M. del Magg. CC. reali Livio Duce con fotografia Veduta aerea del complesso monumentale del Convento di San Zaccaria Foto del MOVM  Magg.CC. Reali Livio Duce Vista dall'alto del Chiostro e Convento di San Zaccaria Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione Venezia Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione Venezia
© 2018
 
La Sezione Storica di Venezia La     Sezione     Storica     di     venezia,     intitolata     alla     M.O.V.M. MAggiore    CC.    Reali    Livio    DUCE,    è    ospitata    all’interno    del Comando          Provinciale          dei Carabinieri      di      Venezia,      nella suggestiva       ambientazione       del convento di San Zaccaria. La   sezione   Storica   di   Venezia   è   la terza   più   antica   esistente   in   Italia, essendosi   costituita   nel   1892,   con la    denominazione    «    Società    di Previdenza   dei   Carabinieri   reali   in Congedo»,            come            viene documentato    da    una    cartolina commemorativa           del           40° anniversario     dalla     fondazione, edita appunto nel 1932. La    locale    Associazione    patrocina    iniziative    qualificanti dirette   a   mantenere   vivo   tra   i   soci   il   senso   di   appartenenza all’Arma   dei   Carabinieri   e   ad   incrementare   le   ottime   relazioni con la Istituzioni  della città di Venezia . L'Associazione,   che   è   apolitica   e   non   persegue   fini   di   lucro,   si propone i seguenti scopi: promuovere   e   cementare   i   vincoli   di   cameratismo   e   di solidarietà   fra   i   militari   in   congedo   e   quelli   in   servizio dell'Arma,   e   fra   essi   e   gli   appartenenti   alle   Forze   Armate ed alle rispettive associazioni; tenere   vivo   fra   i   soci   il   sentimento   di   devozione   alla Patria,    lo    spirito    di    corpo,    il    culto    delle    gloriose tradizioni dell'Arma e la memoria dei suoi eroici caduti; realizzare,   nei   limiti   delle   possibilità,   l'assistenza   morale, culturale,    ricreativa    ed    economica    a    favore    degli iscritti e delle loro famiglie; promuovere   e   partecipare   –   anche   costituendo   appositi nuclei      –      ad      attività      di      Volontariato      per      il conseguimento     di     finalità     assistenziali,     sociali     e culturali.   Nella      sua      formulazione      originaria      lo      statuto prevedeva, tra l'altro, di: erogare sussidi ai soci ammalati; interessarsi   al   fine   di   procurare   lavoro   o   impiego   ai soci disoccupati; onorare i soci deceduti; prendere   parte   a   tutte   le   cerimonie   o   feste   che   esaltano la Fede e la grandezza della Patria e delle Istituzioni; tenere   il   massimo   contatto   e   la   massima   cordialità   con le altre  Associazioni; mantenersi estranei da attività politiche.. Storiografia della Sezione ANC di Venezia Alla   fine   del   secolo   XIX,   con   l’unità   di   Italia,   i   carabinieri   in congedo,   come   militari   di   altre   Armi,   scoprivano   l’importanza della   solidarietà   di   Corpo,   dando   impulso   ad   un’attività   di reciproca assistenza fra i propri consociati. Tutte    le    associazioni    sorte    in    territorio    nazionale,    che iniziarono   a   denominarsi   “Società   di   Mutuo   Soccorso   tra   i congedati    e    pensionati    dei    Carabinieri    Reali”,    avvertirono l’esigenza   crescente   di   un’unica   guida   ai   fini   organizzativi, decidendo    in    data    20    gigno    1926    di    raggrupparsi    alle dipendenze   di   un’Associazione   a   carattere   nazionale,   sotto   il nome   di   “Federazione   Nazionale   del   Carabinieri   reale”   con sede   a   Roma,   elaborando   un   proprio   “Statuto”   organico   (R.D. 16-2-1928 n.461). La   Sezione   A.N.C.   di   Venezia,   che   riuniva   i   soci   della   città lagunare,      venne      costituita      nell’anno      1892      con      la denominazione   “Società   di   Previdenza   fra   Carabinieri   Reali   in Congedo”. Le   prime   notizie   documentali      ci   permettono   di   ricostruire con   certezza   la   situazione   storica   della   Sezione   dal   1929,   la quale    fino    al    1943    era    ubicata    in    Venezia/Campo    Santo STEFANO,   presso   il   palazzo      “MOROSINI”   in   due   locali   posti   al piano terreno, ricevuti in comodato dalla proprietà. Dal   1946   essa   venne   trasferita   in   Campo   San   Zaccaria,   in   un locale   sito   al   piano   terreno   a   fianco   dell’omonima   chiesa. La    sezione    dall’anno    1950    è    ospitata    presso    il    Comando Provinciale      Carabinieri      in      un’apposito      locale      posto all’interno     del     suggestiv     complesso     monumentale     del Monastero di San Zaccaria. Le   scarse   notizie   sui   loro   soci   e   direttivi   ci   consentono   una documentata   cronologia   del   direttivo   a   a   partire   dal   1929, anno    in    cui    vi    era    un    presidente    (Ten.    CANNEVALI    Cav. Giuseppe),    due    vice-presidenti    (Mar.llo    SCOZZI    Giuseppe    e Mar.llo    PACE    Amerigo),    ed    un    segretario    (Brig.    GIANCANE Raffaele).   A   quel   tempo   la   Sezione   annoverava   ben   116   soci iscritti. Nel   periodo   1946/1953   la   sezione   ANC   di   Venezia   fu   retta   dal Ten. Domenico PATASSINI cui seguirono, nel tempo: dal 1953 al 1963, magg. Alfonso MASI; dal 1963 al 1973, S.Ten. Samuele GAZERRO; dal 1973 al 1982, S.Ten. Giuseppe ITALIA; dal 1982 al 24.05.2003, Big. Agenore CASTELLANI; dal   25      maggio   2003   a   tutt’oggi   la   presidenza   è   retta dal Lgt. COFANELLI CaV. Uff. Ilio. Dalla   fondazione   molte   cose   sono   cambiate;   un   cammino lungo   oltre   125   anni   attraverso      le      molteplici   vicissitudini storiche    fatte    di    radicali    mutamenti    politici    che    hanno accompagnato anche la storia della città di Venezia. La   Sezione,   come   le   altre,   ha   avuto   costantemente   uno   scopo preciso:   il   bisogno   dei   soci   di   ritrovarsi,   di   incontrarsi   ed aiutarsi   reciprocamente.   La   devozione   alla   Patria,   lo   spirito di   Corpo,   il   culto   delle   gloriose   tradizioni   dell’Arma   e   la memoria   dei   suoi   eroi   caduti,   sono   quei   valori   che   i   primi fondatori   ci   hanno   trasmesso   e   che   ci   raccomandano   di tener desti e vigili per tramandarli alle generazioni future. Ed è per questo che li ricorderemo e sempre li onoreremo.
Intitolazione della Sezione alla M.O.V.M. Magg. CC. Reali Livio Duce La   Sezione   Storica   di   venezia,   è   intitolata   alla   M.O.V.M. MAggiore    CC.    Reali    Livio    DUCE,,    deceduto    nella Campagna   di   Grecia   il   23   Settembre   1943.   Caduto   in un’imboscata      dei      partigiani      greci      che      non riconoscevano   l’armistizio   dell’Italia   con   le   forze alleate,     veniva     torturato     e fucilato    per    il    suo    eroico comportamento    e    rifiuto    al radimento della Patria. Dedichiamo    una    pagina    alla figura   di   questo   nostro   eroe, testimone   e   allo   stesso   tempo vittima   di   eventi   tragici   della nostra storia d’Italia.
Pagina dedicata al MOVM Magg. CC. Livio Duce Pagina dedicata al MOVM Magg. CC. Livio Duce
Cenni Storici sul Convento di San Zaccaria Il   complesso   monumentale   di   San   Zaccaria   è   una   delle   prime costruzioni          edificate          in          Venezia          dall’827, contemporaneamente    al    monastero    di    Sant’Ilario    e    alla Chiesa   di   San   Marco   (828)   voluta   per   custodire   le   spoglie dell’Evangelista, trafugate, all’epoca, in Alessandria d’Egitto. Nel    1106    il    convento    subì    gravi    danni    a    causa    di    un incendio,   che   provocò   anche   la   distruzione   di   una   parte dell’attigua Chiesa. Nel   1460   circa   fu   rifabbricato   e   ampliato,   creando   l’impianto attuale   dall’architetto   Antonio   GAMBELLO,   con   l’aggiunta di   un   chiostro   a   ridosso   dell’abside   gotica   della   chiesa.   Il chiostro,   con   logge   e   portici   a   pavimentazione   a   spina   di pesce   e   in   argilla   cotta,   era   fornito   di   una   pregiata   vera   da pozzo,   in   marmo   rosso   di   Verona,   asportata   e   sistemata   in un palazzo viennese durante il governo Asburgico. Nel   1483,   alla   morte   dell’arch.   GAMBELLO,   il   completamento del   complesso   fu   affidato   all’arch.   Mauro   CODUSSI,   il   quale progettò   un   secondo   chiostro   a   logge   e   portici   con   vera da   pozzo   centrale   e   serbatoio   per   l’acqua   potabile   interrato e in seguito costruito in pietra d’Istria e trachite euganea. Vi    invitiamo    a    leggere        altre    notizie    e    curiosità    sul Convento    di    San    Zaccaria,    aprendo    la    pagina    dedicata tramite il seguente pulsante.
Pagina dedicata al Convento di San Zaccaria Pagina dedicata al Convento di San Zaccaria
Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione di Venezia c/o Comando Provinciale Carabinieri San Zaccaria, Castello 4693/A 30122 - VENEZIA  - Email  venezia@sezioni-anc.it   
Veduta aerea del complesso monumentale del Convento di San Zaccaria Interno del chiostro del Convento di San Zaccaria Presidente Sezione Storica ANC di Venezia Lgt G.U. Ilio Cofanelli Interno del chiostro del Convento di San Zaccaria Ingresso della Badessa venier datato 1495 Ingresso del parlatoio del Convento di San Zaccaria Interno della Sezione ANC di Venezia Interno del parlatoio del convento di San Zaccaria Interno del parlatoio del convento di San Zaccaria 2 M.A.V.M. e 2 M.B.V.M. donate da soci della Sezione Storica ANC di Venezia M.O.V.M. del Magg. CC. reali Livio Duce con fotografia Cartolina Storica 40° Anniversario costituzione dal 1892 Foto del MOVM  Magg.CC. Reali Livio Duce Vista dall'alto del Chiostro e Convento di San Zaccaria Carabinieri Spagna Canarie Carabinieri Spagna Canarie Carabinieri Spagna Canarie