Pubblicazioni  Fiamme d’Argento 

                          
Inaugurazione     dell'Anno     Giudiziario     2019     a     Palazzo Grimani - Venezia 26/01/2019 Si   è   svolta   nella   mattinata   del   26   Gennaio   ,nella sede    della    Corte    d'Appello    di    Venezia    di    Palazzo Grimani,   l'inaugurazione   dell'Anno   giudiziario   2019, avvenuta,    per    la    prima    volta,    alla    presenza    del presidente     del     Senato,     Maria     Elisabetta     Alberti Casellati. Tra   le   numerose   autorità   civili,   militari   e   religiose presenti,   c'erano,   oltre   al   sindaco   di   Venezia   Luigi Brugnaro,   il   ministro   degli   Affari   regionali   e   delle Autonomie,   Erika   Stefani,   il   presidente   della   Regione Veneto,     Luca     Zaia,     e     il     patriarca     di     Venezia, Francesco Moraglia. La   cerimonia,   presieduta   dal   presidente   della   Corte   d'Appello,   Ines   Maria   Luisa   Marini,   ha previsto   –   tra   gli   altri   -   gli   interventi   del   procuratore   generale   della   Repubblica,   Antonio Mura, e del presidente dell'Ordine distrettuale degli Avvocati, Giuseppe Sacco. La    presidente    Marini,    in    apertura    della    sua    “Relazione    orale    sull'amministrazione    della Giustizia   nel   Distretto”,   ha   voluto   rivolgere   un   sentimento   di   particolare   gratitudine   oltre al   presidente   Zaia   e   al   sindaco   Brugnaro   “per   avere,   nell'ambito   delle   rispettive   competenze   e possibilità,   sempre   accolto,   con   generosità   e   prontezza,   le   richieste   di   supporto   della   Corte d'Appello,   consentendo   anche   di   inserire   nelle   cancellerie   prezioso   personale   in   ausilio”   e tra   questo   anche   i   volontari   dell’A.N.C.   -   Sezione   Storica   di   Venezia   e   Gruppo   Provinciale   di Volontariato   per   l’aiuto   che   continuano   a   dare   alle   Cancellerie,   in   forza   di   Convenzione tra   la   Corte   d’Appello   di   Venezia,   l’Associazione   Carabinieri   e   l’Azienda   Sanitaria   ULSS   nr.   3   di Venezia    la    quale    rimborsa    ai    volontari    iscritti    all’Associazione    Carabinieri    le    spese    che sostengono per prestare la loro attività nelle Cancellerie della Corte.
La    Fanteria    di    Marina    celebra    il    100°    anniversario    del conferimento del nome San Marco.  - Venezia 30/03/2019 Celebrazione     solenne     in     Piazza     San     Marco     in occasione   del   100°   Anniversario   del   conferimento   del nome   “San   Marco”   e   della   concessione   dello   stemma del   leone   alato   alla   Fanteria   di   Marina,   alla   presenza del   Ministro   della   Difesa   Elisabetta   Trenta,   del   Capo   di Stato    Maggiore    della    Marina    Valter    Girardelli,    del vicepresidente   della   Camera   dei   Deputati,   Ettore   Rosato, di   numerosi   deputati   e   senatori   e   delle   massime   autorità militari   civili   e   religiose.   In   rappresentanza   della   città   e dell'Amministrazione    comunale    il    sindaco    di    Venezia, Luigi     Brugnaro,     la     vicesindaco     Luciana     Colle     e l'assessore alla Coesione sociale Simone Venturini. in    questa    speciale    occasione    per    la    citta’    lagunare    Immancabile    la    presenza    della      rappresentanza   della   nostra   Sezione   Storica,   schierata   con   le   altre   associazioni   d’arma   in Piazza San MArco. Proprio    un    secolo    fa,    durante    la    prima    guerra    mondiale,    subito    dopo    la    ritirata    di Caporetto,   la   Regia   Marina   istituì   quattro   battaglioni   di   fucilieri   per   difendere   l'estrema   ala sud   del   fronte   del   Piave,   per   impedire   alle   forze   austro-ungariche   di   prendere   la   città   di Venezia   e   dilagare   nella   pianura   padana.   I   battaglioni   presero   il   nome   della   località   sulle quali erano attestati: Grado, Caorle, Monfalcone e Golametto. Al   termine   del   conflitto,   la   città   di   Venezia,   riconoscente   ai Fucilieri   di   Marina   per   l'eroica   difesa   condotta   con   onore   e sacrificio,   nel   corso   di   una   cerimonia   solenne   in   Piazza   San Marco   il   17   marzo   1919,   donò   al   reparto   di   Marina   il   nome   del proprio   Santo   protettore   nonché   il   proprio   simbolo,   il   leone alato, affinché ne divenisse l'emblema.
Firenze    30/03/2019    -    Inaugurata    alla    ex    Scuola    di    Santa Maria     Novella     la     lapide     a     ricordo     dei     700     Allievi Sottufficiali Carabinieri Angeli del Fango E’      stata      inaugurata            presso      l’ex      Scuola      di      Santa Maria         Novella         la         lapide         a         ricordo         dei         700 Allievi            Sottufficiali            Carabinieri            Angeli            del Fango.         Presenti         il         sottosegretario         agli         Esteri Picchi,      il      sottosegretario      alla      Difesa      Tofalo      e      il consigliere               Ricci,               gli               alti               vertici         dei Carabinieri         del   capoluogo      toscano      insieme      a     una      delegazione   dei      sottufficiali      dell’Arma      che     si      impegnarono   nel      1966      a      liberare      Firenze      dalla     devastazione       dell’alluvione. Orgoglio      della      nostra   Sezione      Storica      è      stata   la      presenza      del     nostro   Presidente            di            Sezione,   Lgt                  Ilio                  Cofanelli   assieme            ad           altri            50   colleghi      del      59°      corso   allievi                           sottufficiali   carabinieri                                            che   nonostante                  fossero   essi      stessi      alluvionati      si   misero      a      servizio     della      città      di      Firenze      durante   l’alluvione   del   1966.sulla      facciata     della      ex      caserma      una      lapide      in   marmo      ricorda      ai      passanti      «i      700     allievi      del      59°   corso         della         Scuola         Sottufficiali         Carabinieri   che        nell’alluvione         del         4         novembre         1966         si   prodigarono         con        generosità         e         coraggio         a   salvare      vite      umane      e      patrimonio     artistico      della   città.      Con      gratitudine      e      riconoscenza     Firenze   qui   pose   nel   marzo   2019».   Tanti                  capelli                  bianchi,                 qualche                  assenza   inevitabile,         ma         con         il         cuore         e         lo        spirito         di   cinquant’anni      fa,            Inseriti      nei      ranghi      dell’Arma, ma      ancora      in      addestramento      come      i      colleghi   della     territoriale      quegli      allievi      del      59°      corso   non         solo         la        mattina         del         4         novembre         1966   salvarono         vite         umane         e        anche         animali.         Dal   giorno      seguente      fino      al      dicembre     1966      furono   poi         impiegati         a         garantire         24         ore         su         24        la   sicurezza      della      città      e      dei      fiorentini      da      atti      di sciacallaggio.   Una      corona      d’alloro      è      stata      deposta      ai     piedi      del   monumento         al         carabiniere,         (ancora)         presente sul            piazzale            dell’ex            caserma,            da            parte            del sottosegretario                  Tofalo,                  del                  maresciallo   maggiore        Memoli         e         dalla         figlia         dell’allora   colonnello         Mario        Serchi,         comandante         della   Scuola         Sottufficiali         in         quei        tragici         giorni   dell’alluvione      del      1966      e      dei      “suoi”      angeli     del fango.
© 2018
Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione di Venezia c/o Comando Provinciale Carabinieri San Zaccaria, Castello 4693/A , 30122 VENEZIA  - Tel. 041 528 6235 - Email  venezia@sezioni-anc.it  
Notizie della Sezione Storica ANC di Venezia
Carabinieri Spagna Canarie Clickare qui per vedere la raccolta Clickare qui per vedere la raccolta Inaugurazione Anno Giudiziario 2019  a Venezia Cerimonia Angeli del Fango dei Carabinieri a Firenze Cerimonia Angeli del Fango dei Carabinieri a Firenze Cerimonia Angeli del Fango dei Carabinieri a Firenze Centenario Fucilieri di Marina San Marco Centenario Fucilieri di Marina San Marco Cerimonia Angeli del Fango dei Carabinieri a Firenze
VENEZIA   25/04/2019   -   Alzabandiera   in   Piazza   San   MArco   per   la Festa della Liberazione il    25    aprile    alle    ore    09:30    in    piazza    San    Marco    si    e’    tenuta    la      tradizionale    alzabandiera    e    gli    onori    resi    dal    Picchetto    militare interforze alla presenza delle autorità. la   partecipazione   della   Sezione   Storica   ANC   di   Venezia,   capitanata   dal Presidente   Lgt   Ilio   Cofanelli,   e’   stata   accolta   con   entusiasmo   dalla centinaia di spettatori e turisti. Alla   cerimonia   hanno   partecipato,   oltre   al   primo   cittadino,   anche   il prefetto    Vittorio    Zappalorto,    il    questore    Maurizio    Masciopinto, l'onorevole     Nicola     Pellicani,     la presidente   del   Consiglio   comunale,   Ermelinda   Damiano,   e   i rappresentanti    delle    autorità    civili,    militari    e    religiose cittadine. “ La   festa   nazionale   coincide   con   la   ricorrenza   del   Santo Patrono    della    città    lagunare    San    Marco    Evangelista, l'occasione    per    regalare    il    "bocolo"    alle    proprie    amate, come da tradizione.
Alzzabandiera 25 aprile 2019 Alzzabandiera 25 aprile 2019
VENEZIA.   Il   5   giugno   2019.   l'Arma   dei   Carabinieri   festeggia   205 anni    nella    caserma    Nicolò    Madalena    di    San    Zaccaria    a Venezia. Venezia-     5     giugno     2019.     Ricorrenza     205° anniversario     di     fondazione     dell'Arma     dei Carabinieri.   Questa   mattina   nel   chiostro   della Caserma    D.    Maddalena,    sede    del    Comando Provinciale    si    è    svolta    la    cerimonia    per    la celebrazione     del     205mo     anniversario     di fondazione   dell'Arma   dei   Carabinieri.   Presenti Il    Sindaco    di    Venezia    ed    di    altri    Comuni limitrofi,   il   Presidente   della   Corte   d'aAppello   di Venezia    i    Procuratori    della    Repubblica    di Venezia   e   Pordenone   ed   altre   Autorità   civili   e militari.       Nell'occasione       al       corazziere- carabiniere   BIASIn   Giulio   -   centenario   -   ultimo   corazziere   ancora   in   vita   del   re   Umberto   II   il Prefetto    di    Venezia    Dr.    ZAPPALORTO    gli    ha    consegnato    il    brevetto    di    "Commendatore" conferitogli    dal    Presidente    della    Repubblica    Sergio    MATTARELLA.    Alla    cerimonia    erano presenti   numerosi   carabinieri   in   servizio   cui   sono   stati   tributati   riconoscimenti   di   ordine morale   per   lodevoli   comportamenti   in   servizio   a   difesa   delle   libere   istituzioni   democratiche; hanno   partecipato   alla   manifestazione   oltre   che   reparti   in   armi,   delle   varie   specialità   dei carabinieri,   due   scolaresche   delle   classi   medie   inferiori   di   Mestre   e   Venezia-Lido   ai   cui   ragazzi sono   stati   consegnati   dal   Comandante   provinciale   -   Col.   Claudio   LUNARDO   -   gli   attestati   di merito per avere partecipato al progetto per la cultura della legalità. In   onore   del   centenario   corazziere   Giulio   BIASIN,   era   presente   oltre   cha   a   2   corazzieri   in alta     uniforme     inviati     dalla     Presidenza     della     Repubblica     anche     una     rappresentanza dell'Associazione   Nazionale   Corazzieri   di   cui   ancora   oggi   il   BIASIN   va   fiero   come   altrettanto il   di   lui   figlio   già   corazziere   Giorgio   ed   una   folta   rappresentanza   di   appartenenti   alle   Sezioni territoriali   dell'Assocciazione   Nazionale   Carabinieri.   La   cerimonia   si   è   conclusa   con   un   un breve rinfresco agli ospiti.
VENEZIA. Il 5 giugno 2019. l'Arma dei Carabinieri festeggia 205 anni nella caserma Nicolò Madalena di San Zaccaria a Venezia.
Venezia   09   Giugno   2019   -   Iniziativa   ecologica   del   Comune   di Venezia per lo sgombero dei canali interni veneziani La   sezione   Volontariato   della   Sezione   Storica   ANC   di   Venezia ha   contribuito   con   il   proprio   personale   allo   svolgersi   della iniziativa   del   Comune   di   Venezia   atta   a   liberare   le   vie   d’acqua del     centro     storico     lagunare     dai     rifiuti     ingombranti depositati    sul    fondo    dei    canali        interni.    Il    Consigliere Delegato   alla   Tutela   delle   Tradizioni,   Giovanni   Giusto   e   la Consigliera      Comunale      Francesca      Rogliani      con      i rappresentanti   dei   "Gondolieri   sub"   e   personale   Veritas   hanno capitanato   l’operazione   ecologica   mentre   i   soci   Donaggio eTurchetto   presidiavano   rispettivamente   il   Ponte   dei   Pugni   ed il   Ponte   delle   Pazienze   a   Dorsoduro   per   far   rispettare   il   divieto   di   transito   di   tutte   le imbarcazioni.   L’esperienza   di   questo   progetto   sociale   verrà   trasmessa   su   Rai   1   alle   ore   08.15   di domenica 16 giugno 2019.
Iniziativa ecologica a Venezia - giugno 2019
Venezia   10   Giugno   2019   -   Gradita   visita   del   C.re      Marcellino Ing.   GEMELLI,   Presidente   della   Sezione   Estera      ANC   di   San Francisco / USA, alla Sezione Storica ANC di Venezia. Il   Presidente   della   Sezione   Storica   di   Venezia      Lgt   Ilio   Cofanelli   unitamente   al      VicePresidente Brig.   Ca.   Luigi   Pugliese,   il   Consigliere   S.Ten   Giuseppe   Coviello      con   altri   soci      presenti   hanno dato   il   benvenuto   al   Presidente   della   Sezione   Estera   ANC     di   San   Francisco,   C.re      Marcellino   Ing.   GEMELLI,   in   vacanza con    la    propria    famiglia    nella    città    lagunare.    Durante l’incontro    sono    stati    scambiati    doni    distintivi    della propria   Sezione   ed   è   stata      offerta   una   breve   visita   guidata del     complesso     monumentale     del     Monastero     di     San Zaccaria,   sede   della   Sezione   ANC   veneziana      durante   la quale   sono   stati   ricevuti   anche   i   saluti   e   gli   auguri   da parte     di     alcuni     Ufficiali     in     servizio     al     Comando Provinciale dei Carabinieri.
Visita del Presidente della Sezione Estera ANC di San Francisco Visita del Presidente della Sezione Estera ANC di San Francisco
Venezia 1° Luglio  2019 - Strepitoso successo della Banda dell'Arma dei Carabinieri al Teatro La Fenice alla loro esibizione intitolata "Omaggio a Venezia" Il   teatro   La   Fenice   di   Venezia      è   stata   un’ambientazione   eccezionale per   celebrare   musica,   arte   e   cultura   in   un   concerto   intitolato “Omaggio   a   Venezia   “   della   la   Banda   dell’Arma   dei   Carabinieri,   diretta dal     Maestro     Col.     Massimo     Martinelli     con     la     partecipazione straordinaria   dei   solisti   Giovanni   Sollima   (violoncello)   e   Gennaro Cardaropoli (violino). Il    concerto    che    ha        regalato    emozioni    e    lunghi    applausi    del pubblico    veneziano    che    ha    potuto    godere    del    virtuosismo    dei musicisti        della    Banda    dei    carabinieri.    All’evento    ha    partecipato anche il   Comandante   Generale   dell’Arma   dei   Carabinieri,   Giovanni Nistri, che   ha   condiviso   il   piacere   della   bella   musica   con numerose autorità       civili,       militari       e cittadine    tra    cui    il    sindaco Luigi   Brugnaro,   il   patriarca   di Venezia Francesco     Moraglia, il prefetto   Vittorio   Zappalorto   ed il     sovrintendente     del     Teatro     La     Fenice     Fortunato Ortombina. Sono   stata   magistralmente   eseguite      arie   verdiane,   note   di Vivaldi,   melodie   moderne   ispirate   alla   luna   e   l’immancabile Fedelissima   con   un   finale   dedicato   all’inno   di   Mameli   e alla patriottica “Canzone del Piave”.
Concerto della Banda dei Carabinieri al teatro della Fenice -  Venezia Luglio 2019 Clickare per visualizzare il video Concerto della Banda dei Carabinieri al teatro della Fenice -  Venezia Luglio 2019
Venezia 10 Marzo 2020 - emergenza covid_19 sospensione attivita’ del 58° gruppo Provinciale volontariato anc  di venezia fino nuova disposizione
Sospensione attivita' volontariato 58 Gruppo ANC Venezia
© 2018
Associazione Nazionale Carabinieri - Sezione di Venezia c/o Comando Provinciale Carabinieri San Zaccaria, Castello 4693/A 30122  VENEZIA  - Tel. 041 528 6235 - Email  venezia@sezioni-anc.it  
Associazione   Nazionale   Carabinieri Sezione  Storica  di   Venezia
Carabinieri Spagna Canarie
Notizie della Sezione Storica ANC di Venezia
Inaugurazione dell'Anno Giudiziario 2019 a Palazzo Grimani - Venezia 26/01/2019 Si   è   svolta   nella   mattinata   del   26   Gennaio   ,nella sede   della   Corte   d'Appello   di   Venezia   di   Palazzo Grimani,   l'inaugurazione   dell'Anno   giudiziario 2019,   avvenuta,   per   la   prima   volta,   alla   presenza del    presidente    del    Senato,    Maria    Elisabetta Alberti Casellati. Tra    le    numerose    autorità    civili,    militari    e religiose   presenti,   c'erano,   oltre   al   sindaco   di Venezia   Luigi   Brugnaro,   il   ministro   degli   Affari regionali    e    delle    Autonomie,    Erika    Stefani,    il presidente   della   Regione   Veneto,   Luca   Zaia,   e   il patriarca di Venezia, Francesco Moraglia. La    cerimonia,    presieduta    dal    presidente    della Corte    d'Appello,    Ines    Maria    Luisa    Marini,    ha previsto    –    tra    gli    altri    -    gli    interventi    del procuratore       generale       della       Repubblica, Antonio    Mura,    e    del    presidente    dell'Ordine distrettuale degli Avvocati, Giuseppe Sacco. La    presidente    Marini,    in    apertura    della    sua “Relazione     orale     sull'amministrazione     della Giustizia   nel   Distretto”,   ha   voluto   rivolgere   un sentimento   di   particolare   gratitudine   oltre   al presidente    Zaia    e    al    sindaco    Brugnaro    “per avere,   nell'ambito   delle   rispettive   competenze   e possibilità,    sempre    accolto,    con    generosità    e prontezza,   le   richieste   di   supporto   della   Corte d'Appello,   consentendo   anche   di   inserire   nelle cancellerie   prezioso   personale   in   ausilio”   e   tra questo   anche   i   volontari   dell’A.N.C.   -   Sezione Storica    di    Venezia    e    Gruppo    Provinciale    di Volontariato    per    l’aiuto    che    continuano    a dare   alle   Cancellerie,   in   forza   di   Convenzione tra   la   Corte   d’Appello   di   Venezia,   l’Associazione Carabinieri   e   l’Azienda   Sanitaria   ULSS   nr.   3   di Venezia   la   quale   rimborsa   ai   volontari   iscritti all’Associazione      Carabinieri      le      spese      che sostengono   per   prestare   la   loro   attività   nelle Cancellerie della Corte.
Inaugurazione Anno Giudiziario 2019  a Venezia
La Fanteria di Marina celebra il 100° anniversario del conferimento del nome San Marco.  - Venezia 30/03/2019 Celebrazione   solenne   in   Piazza   San   Marco   in occasione       del       100°       Anniversario       del conferimento    del    nome    “San    Marco”    e    della concessione   dello   stemma   del   leone   alato   alla Fanteria   di   Marina,   alla   presenza   del   Ministro della   Difesa   Elisabetta   Trenta,   del   Capo   di   Stato Maggiore    della    Marina    Valter    Girardelli,    del vicepresidente   della   Camera   dei   Deputati,   Ettore Rosato,   di   numerosi   deputati   e   senatori   e   delle massime    autorità    militari    civili    e    religiose.    In rappresentanza             della             città             e dell'Amministrazione    comunale    il    sindaco    di Venezia,   Luigi   Brugnaro,   la   vicesindaco   Luciana Colle   e   l'assessore   alla   Coesione   sociale   Simone Venturini. in     questa     speciale     occasione     per     la     citta’ lagunare      Immancabile      la      presenza      della        rappresentanza    della    nostra    Sezione    Storica, schierata   con   le   altre   associazioni   d’arma   in Piazza San MArco. Proprio   un   secolo   fa,   durante   la   prima   guerra mondiale,   subito   dopo   la   ritirata   di   Caporetto, la   Regia   Marina   istituì   quattro   battaglioni   di fucilieri    per    difendere    l'estrema    ala    sud    del fronte   del   Piave,   per   impedire   alle   forze   austro- ungariche    di    prendere    la    città    di    Venezia    e dilagare    nella    pianura    padana.    I    battaglioni presero    il    nome    della    località    sulle    quali erano   attestati:   Grado,   Caorle,   Monfalcone   e Golametto. Al    termine    del    conflitto,    la    città    di    Venezia, riconoscente   ai   Fucilieri   di   Marina   per   l'eroica difesa    condotta    con    onore    e    sacrificio,    nel corso   di   una   cerimonia   solenne   in   Piazza   San Marco    il    17    marzo    1919,    donò    al    reparto    di Marina     il     nome del   proprio   Santo p   r   o   t   e   t   t   o   r   e     nonché   il   proprio simbolo,    il    leone alato,   affinché   ne divenisse l'emblema.
Centenario Fucilieri di Marina San Marco Centenario Fucilieri di Marina San Marco
Firenze 30/03/2019 - Inaugurata alla ex Scuola di Santa Maria Novella la lapide a ricordo dei 700 Allievi Sottufficiali Carabinieri Angeli del Fango E’      stata      inaugurata            presso      l’ex      Scuola      di     Santa   Maria         Novella         la         lapide         a         ricordo        dei         700   Allievi            Sottufficiali            Carabinieri           Angeli                    del     Fango.               Presenti               il            sottosegretario            agli            Esteri    Picchi,        il      sottosegretario      alla      Difesa      Tofalo      e      il consigliere               Ricci,               gli               alti               vertici         dei Carabinieri         del   capoluogo      toscano      insieme     a      una      delegazione   dei      sottufficiali      dell’Arma     che      si      impegnarono   nel      1966      a      liberare     Firenze                    dalla            d   e   v   a   s   t   a   z   i   o   n   e     d   e   l   ’   a   l   u   v   i   o   n   e   .     Orgoglio                della          nostra               Sezione                 Storica        è        stata    la      presenza      del      nostro Presidente                        di                    Sezione,    Lgt                        Ilio                      Cofanelli   assieme            ad           altri            50   colleghi      del     59°            corso      allievi                                                  sottufficiali    carabinieri                                                            che nonostante                  fossero   essi      stessi      alluvionati     si   misero      a      servizio      della      città      di      Firenze     durante    l’alluvione    del    1966.sulla        facciata      della        ex        caserma        una        lapide        in    marmo      ricorda      ai      passanti      «i      700      allievi      del      59° corso            della            Scuola            Sottufficiali          Carabinieri    che            nell’alluvione            del            4          novembre            1966            si    prodigarono            con          generosità         e         coraggio         a   salvare      vite     umane      e      patrimonio      artistico      della   città.     Con      gratitudine      e      riconoscenza      Firenze   qui pose    nel    marzo    2019».    Tanti                        capelli                      bianchi,                  qualche                  assenza   inevitabile,         ma        con            il            cuore            e            lo            spirito            di cinquant’anni        fa,                Inseriti        nei        ranghi      dell’Arma,   ma      ancora      in      addestramento      come     i      colleghi   della      territoriale      quegli      allievi     del      59°      corso   non         solo         la         mattina         del        4         novembre         1966   salvarono         vite         umane         e        anche         animali.         Dal   giorno      seguente      fino     al      dicembre      1966      furono   poi         impiegati         a        garantire         24         ore         su         24         la   sicurezza     della      città      e      dei      fiorentini      da      atti      di sciacallaggio.   Una      corona      d’alloro      è      stata     deposta        ai        piedi        del    monumento            al          carabiniere,         (ancora)         presente   sul            piazzale           dell’ex                caserma,                da                parte                del sottosegretario                        Tofalo,                        del                      maresciallo    maggiore            Memoli            e            dalla          figlia         dell’allora   colonnello         Mario         Serchi,        comandante         della   Scuola         Sottufficiali         in        quei         tragici         giorni   dell’alluvione      del      1966     e  dei  “suoi”  angeli  del fango.
Cerimonia Angeli del Fango dei Carabinieri a Firenze Cerimonia Angeli del Fango dei Carabinieri a Firenze Cerimonia Angeli del Fango dei Carabinieri a Firenze Cerimonia Angeli del Fango dei Carabinieri a Firenze
VENEZIA 25/04/2019 - Alzabandiera in Piazza San MArco per la Festa della Liberazione il   25   aprile   alle   ore   09:30   in   piazza   San   Marco   si e’    tenuta    la        tradizionale    alzabandiera    e    gli onori   resi   dal   Picchetto   militare   interforze   alla presenza delle autorità. la   partecipazione   della   Sezione   Storica   ANC   di Venezia,     capitanata     dal     Presidente     Lgt     Ilio Cofanelli,   e’   stata   accolta   con   entusiasmo   dalla centinaia di spettatori e turisti. Alla   cerimonia   hanno   partecipato,   oltre   al   primo cittadino,   anche   il   prefetto   Vittorio   Zappalorto, il   questore   Maurizio   Masciopinto,   l'onorevole Nicola    Pellicani,    la    presidente    del    Consiglio comunale,   Ermelinda   Damiano,   e   i   rappresentanti delle   autorità   civili,   militari   e   religiose   cittadine. La      festa      nazionale coincide        con        la ricorrenza    del    Santo Patrono     della     città lagunare    San    Marco E   v   a   n   g   e   l   i   s   t   a   ,     l'occasione               per regalare     il     "bocolo" alle      proprie      amate, come da tradizione.
Alzzabandiera 25 aprile 2019 Alzzabandiera 25 aprile 2019
VENEZIA.     Il     5     giugno     2019. l'Arma   dei   Carabinieri   festeggia 205      anni      nella      caserma Nicolò      Madalena      di      San Zaccaria a Venezia. Venezia-     5     giugno     2019.     Ricorrenza     205° anniversario     di     fondazione     dell'Arma     dei Carabinieri.   Questa   mattina   nel   chiostro   della Caserma    D.    Maddalena,    sede    del    Comando Provinciale    si    è    svolta    la    cerimonia    per    la celebrazione      del      205mo      anniversario      di fondazione   dell'Arma   dei   Carabinieri.   Presenti   Il Sindaco   di   Venezia   ed   di   altri   Comuni   limitrofi, il   Presidente   della   Corte   d'aAppello   di   Venezia   i Procuratori    della    Repubblica    di    Venezia    e Pordenone   ed   altre   Autorità   civili   e   militari. Nell'occasione   al   corazziere-carabiniere   BIASIn Giulio     -     centenario     -     ultimo     corazziere ancora   in   vita   del   re   Umberto   II   il   Prefetto   di Venezia   Dr.   ZAPPALORTO   gli   ha   consegnato   il brevetto    di    "Commendatore"    conferitogli    dal Presidente   della   Repubblica   Sergio   MATTARELLA. Alla      cerimonia      erano      presenti      numerosi carabinieri   in   servizio   cui   sono   stati   tributati riconoscimenti   di   ordine   morale   per   lodevoli comportamenti   in   servizio   a   difesa   delle   libere istituzioni    democratiche;    hanno    partecipato alla   manifestazione   oltre   che   reparti   in   armi, delle     varie     specialità     dei     carabinieri,     due scolaresche    delle    classi    medie    inferiori    di Mestre   e   Venezia-Lido   ai   cui   ragazzi   sono   stati consegnati   dal   Comandante   provinciale   -   Col. Claudio   LUNARDO   -   gli   attestati   di   merito   per avere   partecipato   al   progetto   per   la   cultura della legalità. In    onore    del    centenario    corazziere    Giulio BIASIN,   era   presente   oltre   cha   a   2   corazzieri   in alta    uniforme    inviati    dalla    Presidenza    della Repubblica        anche        una        rappresentanza dell'Associazione    Nazionale    Corazzieri    di    cui ancora     oggi     il     BIASIN     va     fiero     come altrettanto    il    di    lui    figlio    già    corazziere Giorgio     ed     una     folta     rappresentanza     di appartenenti        alle        Sezioni        territoriali dell'Assocciazione     Nazionale     Carabinieri.     La cerimonia    si    è    conclusa    con    un    un    breve rinfresco agli ospiti.
VENEZIA. Il 5 giugno 2019. l'Arma dei Carabinieri festeggia 205 anni nella caserma Nicolò Madalena di San Zaccaria a Venezia.
Venezia 09 Giugno 2019 - Iniziativa ecologica del Comune di Venezia per lo sgombero dei canali interni veneziani La   sezione   Volontariato   della   Sezione   Storica ANC   di   Venezia   ha   contribuito   con   il   proprio personale    allo    svolgersi    della    iniziativa    del Comune   di   Venezia   atta   a   liberare   le   vie   d’acqua del     centro     storico     lagunare     dai     rifiuti ingombranti    depositati    sul    fondo    dei    canali      interni.    Il    Consigliere    Delegato    alla    Tutela delle      Tradizioni,      Giovanni      Giusto      e      la Consigliera   Comunale   Francesca   Rogliani   con i   rappresentanti   dei   "Gondolieri   sub"   e   personale Veritas       hanno       capitanato       l’operazione ecologica   mentre   i   soci   Donaggio   eTurchetto presidiavano   rispettivamente   il   Ponte   dei   Pugni ed   il   Ponte   delle   Pazienze   a   Dorsoduro   per   far rispettare    il    divieto    di    transito    di    tutte    le imbarcazioni.    L’esperienza    di    questo    progetto sociale   verrà   trasmessa   su   Rai   1   alle   ore   08.15   di domenica 16 giugno 2019.
Iniziativa ecologica a Venezia - giugno 2019
Venezia 10 Giugno 2019 - Gradita visita del C.re  Marcellino Ing. GEMELLI, Presidente della Sezione Estera  ANC di San Francisco / USA, alla Sezione Storica ANC di Venezia. Il   Presidente   della   Sezione   Storica   di   Venezia     Lgt   Ilio   Cofanelli   unitamente   al      VicePresidente Brig.    Ca.    Luigi    Pugliese,    il    Consigliere    S.Ten Giuseppe    Coviello    con    altri    soci        presenti hanno   dato   il   benvenuto   al   Presidente   della Sezione    Estera    ANC        di    San    Francisco,    C.re      Marcellino    Ing.    GEMELLI,    in    vacanza    con    la propria   famiglia   nella   città   lagunare.   Durante l’incontro   sono   stati   scambiati   doni   distintivi della   propria   Sezione   ed   è   stata      offerta   una breve   visita   guidata   del   complesso   monumentale del    Monastero    di    San    Zaccaria,    sede    della Sezione   ANC   veneziana      durante   la   quale   sono stati       ricevuti anche   i   saluti   e gli    auguri    da parte   di   alcuni Ufficiali          in servizio           al C   o   m   a   n   d   o     Provinciale    dei Carabinieri.
Visita del Presidente della Sezione Estera ANC di San Francisco Visita del Presidente della Sezione Estera ANC di San Francisco
Venezia 1° Luglio  2019 - Strepitoso successo della Banda dell'Arma dei Carabinieri al Teatro La Fenice alla loro esibizione intitolata "Omaggio a Venezia" Il     teatro     La     Fenice     di     Venezia          è     stata un’ambientazione      eccezionale      per      celebrare musica,     arte     e     cultura     in     un     concerto intitolato   “Omaggio   a   Venezia   “   della   la   Banda dell’Arma    dei    Carabinieri,    diretta    dal    Maestro Col.    Massimo    Martinelli    con    la    partecipazione straordinaria     dei     solisti     Giovanni     Sollima (violoncello) e Gennaro Cardaropoli (violino). Il       concerto       che       ha         regalato   emozioni   e   lunghi applausi        del        pubblico veneziano    che    ha    potuto godere   del   virtuosismo   dei musicisti        della    Banda    dei carabinieri.     All’evento     ha partecipato               anche il Comandante            Generale dell’Arma     dei     Carabinieri, Giovanni      Nistri, che      ha condiviso    il    piacere    della bella   musica   con numerose autorità    civili,    militari    e    cittadine    tra    cui    il sindaco      Luigi      Brugnaro,      il      patriarca      di Venezia Francesco   Moraglia, il   prefetto   Vittorio Zappalorto   ed   il   sovrintendente   del   Teatro   La Fenice Fortunato Ortombina. Sono     stata     magistralmente     eseguite          arie verdiane,     note     di     Vivaldi,     melodie     moderne ispirate    alla    luna    e l   ’   i   m   m   a   n   c   a   b   i   l   e     Fedelissima     con     un finale            dedicato all’inno    di    Mameli    e alla            patriottica “Canzone del Piave”.
Clickare per visualizzare il video Concerto della Banda dei Carabinieri al teatro della Fenice -  Venezia Luglio 2019 Concerto della Banda dei Carabinieri al teatro della Fenice -  Venezia Luglio 2019
Venezia 10 Marzo 2020 - emergenza covid_19 sospensione attivita’ del 58° gruppo Provinciale volontariato anc  di venezia fino nuova disposizione
Sospensione attivita' volontariato 58 Gruppo ANC Venezia